Direction Employment – Percorsi di formazione innovativi

Lai-momo è partner italiano di “Direction Employment”, un progetto europeo nato per favorire l’inserimento lavorativo di giovani NEET (persone non impegnate nello studio, né nel lavoro né nella formazione) dai 18 ai 35 anni appartenenti a gruppi sociali marginalizzati, discriminati o appartenenti a minoranze, attraverso l’acquisizione di competenze informatiche e digitali richieste in molti settori professionali e di soft skill utili alla ricerca e all’ottenimento di un posto di lavoro.

Il partenariato è costituito da organizzazioni di 6 paesi europei:

– Workshop for Civic Initiatives Foundation – WCIF (Bulgaria)

– Lithuanian Gay League (Lituania),

– Instituto Politécnico do Porto (Portogallo),

– Lai-momo Società Cooperativa Sociale (Italia),

– BICERO, Business Informatics Center Rozman Ltd. (Slovenia)

– DMC Metrix (Irlanda) con un ruolo di consulenza e monitoraggio.

Direction Employment sviluppa un percorso di formazione innovativo per giovani NEET provenienti da gruppi vulnerabili con l’obiettivo di migliorare la loro occupabilità fornendo un programma di formazione IT specifico per il mercato del lavoro in Bulgaria, Lituania, Italia, Slovenia e Portogallo e allo stesso tempo promuove i valori della diversità e dell’inclusione nel mercato del lavoro per quanto riguarda etnia, genere e identità di genere, orientamento sessuale, disabilità, cittadinanza globale e cittadinanza digitale.

Si rivolge a giovani tra i 18 e i 35 anni, che possono appartenere a diversi gruppi vulnerabili – Rom, rifugiati, LGBTI, giovani che crescono in condizioni di povertà e coloro che hanno abbandonato la scuola. I partner del progetto sono ONG, cooperative sociali e istituzioni educative senza scopo di lucro con esperienza di lavoro con questi gruppi target. Un partner esperto dall’Irlanda fornisce il controllo di qualità del progetto.

L’iniziativa cerca di dare risposta alle sorprendenti statistiche Eurostat del 2018, che hanno indicato che 15 milioni di giovani tra i 20 e i 34 anni dei 28 Stati membri dell’UE sono disoccupati o fuori dalla scuola o dalla formazione. In Italia e Grecia, i paesi con i più alti livelli di disoccupazione giovanile, più di un quarto dei giovani è fuori dal mercato del lavoro.

Il progetto fornisce un programma completo che si basa su una formazione informatica moderna e interattiva e su un approccio individualizzato, costruito su misura per le esigenze degli studenti. Formatori e datori di lavoro appositamente selezionati giocheranno un ruolo chiave nella progettazione del programma di formazione e nella sua realizzazione.

Come risultato, ci si aspetta che il programma contribuisca a ridurre la disoccupazione giovanile, oltre a integrare i giovani provenienti da gruppi vulnerabili nel mercato del lavoro.

Il progetto è finanziato dal fondo “EEA and Norway Grants Fund for Youth Employment” per il periodo 2018 – 2021, prorogato a marzo 2023, e unisce partner di diversi settori, ONG, esperti di educazione, aziende di Bulgaria, Lituania, Portogallo, Slovenia e Italia, che hanno una comprovata esperienza di lavoro per l’inclusione sociale e lavorativa di giovani provenienti da minoranze altamente emarginate.

I suoi obiettivi sono:

– Testare il modello educativo in diversi contesti e con diversi gruppi target, la cui emarginazione, basata sull’intersezionalità (molteplicità di pregiudizi e discriminazioni) rende il loro accesso al mercato del lavoro molto difficile;

– Applicare uno strumento di valutazione dell’impatto sociale che produrrà dati comparativi, che dimostreranno l’efficacia della metodologia sui corsisti così come sul loro ambiente prossimo (famiglia allargata, gruppo di pari, ecc.) e sui datori di lavoro.

Per maggiori informazioni: https://directionemployment.org/