Al via “Crinali - luoghi di incontro”: laboratori musicali e concerti nell’Appennino bolognese

 

13 eventi musicali e 10 iniziative laboratoriali nell’Appennino bolognese, all’insegna della contaminazione e del dialogo tra culture diverse e pratiche musicali: il progetto Crinali – luoghi di incontro prende il via l’11 giugno e terminerà a marzo 2019. L’obiettivo? Creare percorsi di valorizzazione delle competenze dei giovani musicisti under 35 residenti nel territorio dell’Appennino bolognese: i percorsi sono rivolti sia a chi è nato in Italia sia a chi proviene da altri Paesi, in particolare ai richiedenti asilo ospiti delle strutture situate nei Comuni del territorio. A fare loro da tutor, artisti del calibro di Paolo Fresu, Claudio Carboni, Fabio Mina, Carlo Maver e tanti altri.

Il progetto, che prende le mosse dalla rassegna Crinali che si è svolta nel 2017, è realizzato da Lai-momo, in partenariato con l’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese, con il sostegno del MiBACT e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”.

Crinali – luoghi di incontro intende porre la pratica e l’ascolto della musica al centro dei rapporti tra individui e comunità, per offrire un linguaggio comune che possa farsi veicolo di dialogo e contaminazione, e favorire momenti di incontro tra le diverse culture che abitano questi territori.
Una finalità primaria del progetto è anche quella di offrire nuove prospettive ai giovani musicisti residenti in queste zone, attraverso l’opportunità di crescere e confrontarsi con tutor di alto calibro e di esibirsi in concerti altamente innovativi e sperimentali che ne valorizzino le competenze e le capacità.

Tutte le iniziative musicali della rassegna saranno realizzate in giugno, luglio, agosto e settembre 2018, in luoghi di grande valore storico-culturale situati in 11 Comuni dell’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese (Grizzana Morandi, Camugnano, Vergato, Marzabotto, Gaggio Montano, Castel D’Aiano, San Benedetto Val di Sambro, Castiglione dei Pepoli, Monzuno, Castel di Casio, Lizzano in Belvedere) e nei vicini Comuni di Alto Reno Terme e Sasso Marconi.

Ogni iniziativa prevedrà un momento di formazione laboratoriale in cui i giovani musicisti partecipanti avranno la possibilità di imparare e confrontarsi con artisti di alto livello, provenienti da background culturali e musicali variegati, all’insegna delle infinite possibilità di mescolanza di pratiche musicali provenienti da diverse parti del mondo. Ogni stage formativo darà vita poi a un evento serale aperto al pubblico che si svolgerà la sera stessa dei laboratori e durante il quale si esibiranno i musicisti di spicco chiamati a guidare i workshop del pomeriggio. Le serate saranno aperte da brevi momenti di presentazione e discussione su tematiche e progetti legati all’integrazione e al dialogo interculturale: le diverse iniziative saranno coordinate da Lai-momo, affidate a giornalisti, esperti, artisti e andranno sotto il titolo comune “L’Appennino delle idee”.

Ecco i nomi degli artisti che realizzeranno i laboratori e animeranno le serate musicali di Crinali: Paolo Fresu alla Rocchetta Mattei di Grizzana Morandi, Carlo Maver a Palazzo Comelli di Camugnano, Alessandro Marchi alla Sala Civica di Castel di Casio, Claudio Carboni alla Sala Consiliare di Vergato, Riccardo Tesi alla Casa della Memoria di Marzabotto, Maurizio Geri all’Ex Cottolengo di Gaggio Montano, Kalifa Kone alla Sala Civica di Castel D’Aiano, Luca Troiani al borgo Madonna dei Fornelli di San Benedetto Val di Sambro, Fabio Mina al Fab Lab 15 di Castiglione dei Pepoli, Reda Zine all’associazione Artemisia di Monzuno.

Primo appuntamento l’11 giugno a Castel di Casio (BO), con Alessandro Marchi, musicista molto attivo nell’Appennino bolognese, grazie anche alla sua veste di direttore della Banda Bignardi di Monzuno. Al laboratorio pomeridiano di musica e intercultura sul tema del suono seguirà il concerto alle 20,30 presso la Sala civica Carlo Cosimi. In apertura, Andrea Marchesini Reggiani, presidente di coop. Lai-momo, presenterà il Polo formativo e di accoglienza di Lama di Reno, affrontando il tema dell’integrazione lavorativa dei richiedenti asilo.

A chiusura del progetto si terrà un grande concerto che porterà sul palco le migliori creazioni nate durante gli incontri: un’esibizione comune che vedrà insieme i giovani musicisti e i tutor che hanno preso parte alla rassegna.
Il calendario degli eventi successivi sarà reso pubblico a breve. Tutti gli aggiornamenti, le news e le informazioni saranno pubblicate sulla pagina Facebook “Crinali – Luoghi di Incontro” e sul sito www.progettocrinali.it.

Per iscriversi ai laboratori è necessario compilare il form al seguente indirizzo: https://bit.ly/2LaMIk5 

Per informazioni: Marta Meloni – 051 0872069; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Con il sostegno del MiBACT e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura".

e-max.it: your social media marketing partner

laimomo.it utilizza cookie tecnici e terze parti (legati alla presenza di plugin social) per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie